Chiama ora +39 02.3535999

info@gimaco.eu

lun-ven: 9:00 - 13:00 | 14:00 - 18:00

Via G. Di Vittorio, 20 20017 Mazzo di Rho (MI)

Oltre 40 anni di esperienza

Prodotti di alta qualità

Coronavirus ed UVC

Coronavirus ed UVC

Il Coronavirus 2019, o 2019-nCoV, è un nuovo virus respiratorio identificato per la prima volta a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina.

I coronavirus sono una grande famiglia di virus comuni in molte diverse specie di animali, tra cui suini, gatti, bovini, cammelli e pipistrelli. Raramente, i coronavirus animali possono infettare le persone e poi diffondersi tra persone come MERS, SARS e ora con 2019-nCoV. È importante notare che la facilità con cui un virus si diffonde da persona a persona può variare. Alcuni virus sono altamente contagiosi, mentre altri virus lo sono meno. C’è molto altro da sapere sulla trasmissibilità, la gravità e altre funzionalità associate al 2019-nCoV e sono in corso indagini.

Molto spesso, si ritiene che la diffusione di nuovi coronavirus da persona a persona avvenga tra contatti stretti (circa 2 metri). Si pensa che la diffusione da persona a persona si verifichi principalmente attraverso i nuclei delle goccioline respiratorie prodotte quando una persona infetta tossisce o starnutisce, come la diffusione dell’influenza e di altri agenti patogeni respiratori. Questi nuclei di goccioline possono raggiungere la bocca o il naso di persone che si trovano nelle vicinanze e quindi possono essere inalate nei polmoni. Se queste goccioline sono abbastanza abbondanti e resistenti per sopravvivere un certo periodo di tempo nell’aria, possono essere diffuse in un edificio dal sistema di trattamento dell’aria.

Precedenti famiglie di virus Corona hanno condiviso tratti simili di vulnerabilità ai raggi UVC a dosaggio variabile. I virus dispersi nell’aria possono essere controllati con alte dosi di UVC nel flusso dell’aria. Steril-Aire possiede un perfetto meccanismo di controllo per fermare tale diffusione.

Stadi di Goccioline Infettive e Nuclei di goccioline infettive:

Stadi di Goccioline Infettive e Nuclei di goccioline infettive

Distanze di trasmissione di goccioline e nuclei di goccioline infettivi:

Distanze di trasmissione di goccioline e nuclei di goccioline infettivi:

Le particelle di nucleo dei Virus sono inferiori a 0,3µ (micron) e in genere dei millimicroni possono penetrare profondamente nei polmoni umani.

Disinfezione e controllo dell’aria interna con UVC

I sistemi UVC Steril-Aire sono molto efficaci contro il Coronavirus e offrono un’eccellente protezione contro una possibile pandemia.  Gli UVC ad altissimo rendimento di Steril-Aire distruggono il DNA e l’RNA dei microrganismi ed è quindi efficace contro tutti i tipi di virus tra cui influenza, raffreddore, Coronavirus / SARS, morbillo e rosolia.  I nuclei delle particelle di questi virus possono rimanere sospesi nell’aria per ore o giorni a seconda del flusso d’aria e dell’umidità (la dimensione del microrganismo del virus è in genere 10 – 500 millimicron – millimicron = 1000 millesimi di micron). Possono anche contaminare i biofilm che crescono sulle serpentine di raffreddamento e potenzialmente mutare, a meno che la batteria non sia trattata con raggi UVC. Per capire come funziona la tecnologia UVC di Steril-Aire, è importante capire la scienza con cui sono stati sviluppati gli UVC. La lunghezza d’onda C dello spettro UV che usiamo è UVC – 253.7nm: questa mira al DNA dei microrganismi, distruggendo le loro cellule e rendendo impossibile la loro riproduzione. Posizionata direttamente davanti ad una batteria di raffreddamento o una bacinella di raccolta condensa, l’energia UVC distrugge il biofilm presente, una matrice collosa di microrganismi che cresce in presenza di umidità. Il biofilm è diffuso nei sistemi di trattamento d’aria (HVAC) e causa una serie di problemi di qualità dell’aria interna (IAQ) e problemi operativi dell’unità di trattamento dell’aria stessa. I raggi UVC distruggono anche virus e batteri presenti nell’aria che circolano attraverso i sistemi di trattamento d’aria.

Sistema di ventilazione di un Edificio:

Sistema di ventilazione di un Edificio
ventilazione di un edificio

Come gli Emettitori Steril-Aire inattivano le infezioni aeree dei nuclei di particelle

I campi di energia UVC di Steril – Aire generati nei sistemi di aria condizionata creano una barriera che distrugge le particelle dei nuclei di Corona Virus, SARS, Morbillo, Influenza, etc.

Inoltre, i livelli di umidità presenti negli edifici condizionati hanno un minore livello di umidità rispetto all’esterno e questo consente ai Virus di evaporare più velocemente creando così maggiori quantità di particelle di nucleo. La scarsa umidità presente negli edifici consente ai nuclei di particelle di rimanere sospesi nell’aria più a lungo poiché le particelle non assorbono il peso dell’acqua che le fa cadere a terra Le correnti d’aria interne create sia dai sistemi di trattamento aria sia dal movimento delle persone certamente consentiranno ai nuclei delle particelle di rimanere sospesi nell’aria per periodo di tempo Indeterminato. Ciò consente ai sistemi di trattamento dell’aria di ridistribuire i nuclei di particelle in tutto l’edificio infettando così più soggetti presenti.

Prestazioni tipiche della tecnologia UVC Steril-Aire:

ESEMPIO dei Tassi di inattivazione del Corona Virus su una tipica UTA (unità di Trattamento Aria):

  • μJ = Intensità (μw / cm2) x Tempo
  • Inattivazione 99,9% del SARS Corona Virus = 2730 μJ / cm2
  • Intensità sulla faccia della batteria di raffreddamento (media) = 3538 μWatt / cm2
  • Per l’inattivazione del 99,9% utilizzando la nostra selezione di Emettitori UVC su una tipica UTA
  • Inattivazione sulla faccia della batteria di raffreddamento = 2730 μJ/cm2 ÷ 3538 μW/cm2 = 0.77 secondi
  • Le zone irradiate più vicine agli Emettitori UVC comporteranno una inattivazione più rapida

Decontaminazione delle superfici con UVC

Gli Emettitori UVC di Steril-Aire vengono utilizzati anche per la disinfezione delle superfici.

La disinfezione di strumenti e superfici deve comunque essere preceduta da una pulizia standard per eliminare eventuali residui di sporco (polvere, materiali inorganici, etc) per garantire l’efficacia di abbattimento microbiologico degli UVC.

L’efficacia di disinfezione tramite UVC sui diversi agenti patogeni è sempre determinata dalla capacità dei raggi UVC di inattivare DNA ed RNA dei micorganismi presenti dulle superfici. Il tempo di decontaminazione è determinato dalla distanza di irraggiamento rispetto alla superficie e dal tipo di patogeno da debellare. Ad esempio, i virus della famiglia Corona, come SARS, SARS COV-2 e MERS, necessitano di una dose UVC di 6600 μw/cm2 – sec. Patogeni più complessi richiedono una dose maggiore di energia, come ad esempio le spore di Aspergillus Niger che richiede una dose di energia di 132000 μw/cm2 – sec.

La seguente tabella mostra i valori dei test sperimentali di alcuni dei più comuni micorganismi e patogeni che definiscono la quantità di energia necessaria all’abbattimento dei singoli patogeni.

Fonti:
“Transmission of Influenza & other Viruses in Indoor Air” – Federal Interagency Committee for IAQ, EPA 2009
“Microbiomes of the Built Environment” – The National Academies of Science, Engineering, Medicine.
“Airborne Infectious Diseases” – ASHRAE Position Document, 2009
“The effectiveness of UVGI Coil Treatment on Typical HVAC System Cooling Coils” – Timothy Leach

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi